21 Marzo 2022
Castagna Bike on The Road: scoprire la Lunigiana con la bici da strada, ecco i tre percorsi

La Lunigiana per stradisti in puro stile Castagna Bike. Il 15 maggio le strade di campagna che ci hanno sempre dato accesso ai boschi, diventano le protagoniste. Scorci paesaggistici sensazionali da osservare impugnando il manubrio della bici da strada.

Per diciotto anni, i boschi sono stati la nostra dimora, il luogo in cui abbiamo fatto divertire i migliaia di biker che hanno fatto girare le loro ruote sui sentieri della Lunigiana. Ma fuori dal bosco abbiamo sempre apprezzato la tranquillità e il fascino delle nostre strade, sfruttate per trovare e accedere ai sentieri della Castagna Bike. Quelle strade non sono da meno rispetto ai nostri sentieri. I tortuosi e silenziosi asfalti sono il fulcro della Castagna Bike on the Road, la parte più visibile a occhio nudo, ma che noi non abbiamo mai mostrato.

I tre percorsi che la Castagna Bike on the Road propone sono disegnati per assecondare tutti i livelli per un escursionismo a ruote strette aperto a tutti.

Tutti e tre gli itinerari condividono una partenza in una località di grande fascino come il Borgo medievale di Filetto, perché Castagna Bike on the Road è anche un’opportunità per vivere il territorio addentrandosi nei centri storici, per pedalare nella natura e nella storia.

I chilometri iniziali saranno condivisi dalle tre tracce e dopo l’uscita dal Borgo l’asfalto vi porterà verso un altro centro a forte caratterizzazione medievale. Bagnone sarà il secondo nucleo abitativo che verrà attraversato, l’andatura passa in secondo piano rispetto alla ricchezza di un contesto urbanistico in cui si può osservare un altro castello di epoca medievale. È solo l’inizio ma a pedalate lente si potrà osservare piacevolmente tratti di attraversamento dei borghi. L’asfalto che segue è il classico mangia e bevi, qui un tratto tira l’altro, si attraversa ancora Panicale e giunti a Licciana Nardi le strade si divideranno, dovrete scegliere: CORTO, MEDIO o LUNGO? 35, 50 o 80 chilometri? Senza crono, saranno solo le vostre gambe e la sete di scoperta a darvi una risposta…

Il percorso corto esce dal Borgo di Filetto con lo scopo di affrontare un anello di 35 km sulle strade di campagna dalle pendenze più dolci, inclusa una leggera discesa di 3 km in quella che rappresenta la parte centrale di questo anello. I paesaggi saranno variegati e dopo la deviazione che vi immetterà nella traccia riservata al corto, a tratti sembrerà di trovarsi nelle colline del Chianti, in un contesto agreste, aperto e ondulato. A farla da padrona saranno i vigneti di Castel del Piano, nome dell’omonimo vino, nome non casuale perché il Castello c’è e sarà più vicino di quanto possiate pensare. Il ristoro di Monti dista solo poche pedalate, è il giro di boa che avverrà solo dopo aver saggiato le delizie proposte in una degustazione non certamente convenzionale.

La seconda parte è di nuovo un vallonato dalle discese brevi e salitelle sincere, si attraversano Amola, Merizzo e Virgoletta, un altro dei centri medievali di questo itinerario, l’imponente casa torre appartenuta alla famiglia Malaspina vi saluterà dall’alto. Lo step successivo è unicamente far scorrere i copertoncini di nuovo all’interno di Filetto.

Il MEDIO è quel percorso che fa calare nella parte i cicloescursionisti delle ruote strette. Occhiali sempre indosso, casco in pendant con i calzini e quella voglia di sfidare sé stessi. Sarà dopo l’abitato di Licciana Nardi che il MEDIO entrerà nel vivo, il primo tratto dopo il bivio è un saliscendi ritmato in cui tenere la presa bassa sul manubrio. I primi centri abitati che si ritrovano sono quelli di Bigliolo e Serricciolo, coltivazioni di fagioli faranno da sfondo in questo tratto. Da Serricciolo il percorso si inasprirà, con una strada totalmente isolata e perfetta per calarsi nello scalatore che è dentro di voi, saranno 2 km con pendenze vere anche oltre al 10%, all’interno di una salita di 6 km per arrivare in località Olivola. Si riscende fino a Quercia, dove sarà collocato il ristoro tipico del percorso MEDIO, per poi dirigersi verso Monti di Licciana e riallacciarsi alla parte finale del CORTO, condividendone l’ultimo tratto.

La traccia da 80 km con 1.500 metri di dislivello, riassume tutto ciò per cui lo stradista si approccia a questo sport. Paesaggi, pendenze e fatica. Un pacchetto completo che il LUNGO offrirà a coloro che cercano la sfida vera. I 1.500 metri si accumulano in più tranche, salite in cui far scorrere la catena sulla cassetta alla ricerca del pignone salvagamba. Sarà dopo Cuccarello, località a cui si arriverà ancora in compagnia dei pretendenti finisher del medio, che si inizierà una salita per gran parte pedalabile. Ad Agnino la sosta merenda darà spazio a un recupero che deciderete in autonomia, così come il ritmo per la successiva scalata. Ci saranno 2 km da presa alta e rapporto corto, è uno dei tratti più impegnativi della Castagna Bike on the Road, la rampa di lancio verso uno scorcio paesaggistico da cartolina. Ciò che si apre davanti agli occhi degli escursionisti su ruote strette è uno scenario aperto sui tre tenori delle Alpi Apuane: Pisanino, Pizzo d’Uccello e Monte Sagro, il contesto rilassante permetterà di perdervi con lo sguardo tra le asperità delle tre cime. Il tratto impegnativo lascia spazio a pendenze meno aspre, tra gli uliveti e piccoli paeselli sperduti.

Il secondo scoglio è rappresentato da una salita di 7 km fino a Pognana, la salita è lunga ma sempre pedalabile e da rapporto lungo, in vista questa volta c’è il GPM. Sarà a quel punto che si scenderà verso Fivizzano, una picchiata lunga e a tratti impegnativa che richiede attenzione, prima di ricongiungersi con la traccia del MEDIO. Aspetto da non sottovalutare perché in vista c’è ancora la scalata a Olivola condivisa con il percorso intermedio. In vostro soccorso, dopo essersi allacciati nuovamente con il MEDIO, verrà però anche il secondo ristoro di questa traccia, che è posizionato proprio a Quercia.

L’iscrizione all’evento ha un costo di di 20 euro con un gadget esclusivo per l’evento, una t-shirt personalizzata per il battesimo della Castagna Bike on the Road (fino al 30 aprile), dopo tale data la quota non cambierà ma non potrà essere garantita la presenza della t-shirt. Le iscrizioni chiuderanno poi in data 11 maggio. Alla quota di iscrizione può essere aggiunta quella del pranzo a menù fisso per comporre il proprio pacchetto e vivere una giornata tra sport e tradizione culinaria. Il costo del pranzo è di 15 euro a persona.

9 Marzo 2022
1 Marzo 2022
leggi tutte le news
Iscriviti alla nostra NEWSLETTER per rimanere aggiornato sulle ultime novità

*L'unica finalità del form è la gestione dell'invio della newsletter | Informativa completa GDPR Privacy Policy

Grazie, la tua richiesta di inserimento dell’indirizzo email all’interno della nostra lista è stata registrata
There was an error trying to send your message. Please try again later.